Sconfitto dalla malattia, muore vigile di 53 anni
By redazione On 6 ago, 2018 At 01:24 PM | Categorized As CRONACA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
5

«La città ha perso uno dei suoi custodi. Nessuno dovrebbe morire così presto».

Sono le parole di cordoglio del sindaco di Massa, Francesco Persiani, per la prematura scomparsa di Gian Luca Lucchi, agente della polizia municipale, morto ieri a 53 anni a causa di una breve e sofferta malattia che non gli ha lasciato scampo. Lucchi era assistente scelto di polizia municipale in servizio alla sezione di polizia giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Massa.

Grande cordoglio ha suscitato questo decesso a Palazzo Civico. Il sindaco Francesco Persiani ha voluto ricordarlo con queste parole: «Nessuno dovrebbe morire così presto.
Un abbraccio a tutta la sua famiglia e soprattutto un grazie a Gian Luca, per aver onorato la sua, la nostra, divisa. La città ha perso uno dei suoi custodi. Il mio pensiero e cordoglio vanno a tutti i suoi cari».

Dolore anche da parte dei colleghi: «La polizia municipale è in lutto – hanno scritto sulla pagina Facebook dei vigili di Massa – Gian Luca lascia la moglie, anch’essa appartenente alla famiglia della polizia municipale, e tre figli. Riposa in pace. Sette mesi fa – ricordano – all’età di 43 anni, ci aveva lasciato Antonello». Il riferimento è ad Antonello Renzullo, vigile del comando di Massa, di 43 anni, anche lui morto per una malattia a gennaio scorso.

AGGIORNAMENTO
Per chi vorrà dare l’ultimo saluto a Gian Luca Lucchi, i funerali si svolgeranno domani, martedì, alle 16.00 alla chiesa di Castagnola.

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980