Quattro casi gravi “scoperti” nella giornata di prevenzione  che anche dimostrato che la città ha voglia di prevenzione. Presente lo studioso di fama mondiale l’epatologo prof Bonino che ha lanciato l’allarme sul fegato grasso
By redazione On 22 mag, 2018 At 05:33 PM | Categorized As CRONACA, SANITA' | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quattro casi gravi “scoperti” nella giornata di prevenzione  che anche dimostrato che la città ha voglia di prevenzione. Presente lo studioso di fama mondiale l’epatologo prof Bonino che ha lanciato l’allarme sul fegato grasso

DSC_5956

DSC_5805

 

E la giornata ” la prevenzione ritorna in piazza Aranci a Massa. Gli specialisti incontrano di nuovo la popolazione e fanno gli screening (gratuiti) per continuare anche nel 2018 in modo non episodico  la prevenzione del rischio cardio vascolare,  , tumore al seno;   e….” ha raggiunto in pieno il suo obiettivo: oltre a quello della prevenzione anche quello di “scovare” seri casi clinici. Infatti quattro casi: uno cardiologico  (aritmia grave che ha necessitato del pronto soccorso ospedaliero) e tre occlusioni di carotidi inviate per l’angio tac, sono state diagnosticate dallo specialista cardiologo interventista dell’Opa  Al Jabri Anees  e dall’ecografista dottor Lorenzo Bertellotti, radiologo.. l’evenro come è noto   si è tenuto in piazza Aranci e  ha dimostrato una volta di più che in città c’è tanta….voglia di fame di esami di prevenzione. Sensibile l’affluenza ai molti ambulatori di persone giunte da diverse parti della provincia e da fuori.. In piazza Aranci   il  professor Dottor Ferruccio Bonino epatologo  studioso di fama mondiale  scopritore dei virus epatitici maggiori. Bonino che è giunto dall’America dove ora opera appositamente a Massa per essere presente alla Giornata di prevenzione e per testimoniare l’importanza di queste iniziative  fondamentali per la collettività (senza togliere nulla a nessuno )per poi ripartire per gli Usa. La giornata  è   stata promosso dalla locale Fraternita di Misericordia il commissario Bruno Ciuffi era tra i suoi moltissimi volontari con l’ausilio del Servizio di emergenza urgenza territoriale, il meglio noto 118 di Massa e Carrara.Presenti gli infermieri aderenti all’ Ordine delle professioni infermieristiche apuano con in testa il loro presidente dott. Morena Fruzzetti e vice Luca Fialdini. Come dicevamo anche questa volta è stato dimostrato che in città c’è “fame” di sanità, di prevenzione e tante, tante le persone che si sono presentate ai vari ambulatori  allestiti in piazza a cura della Protezione civile della locale Misericordia oltre ad  un mega truch di proprietà di “Tuttogare” concesso da Ennio Bongiorni gratuitamente all’organizzazione sul quale, appunto, sono stati  installati vari ambulatori. Responsabile scientifico e direttore sanitario della giornata la dottoressa Maria Laura Valcelli. “Mattatore” della Giornata il dottor Lorenzo Bertellotti ecografista di fama noto per la sua precisione diagnostica che all’inizio degli esami  accolto da un lungo applauso dei presenti. Il professor Bonino  si è incontrato con molte persone e ha ribadito  che  “Il fegato è uno specchio della salute generale ed in particolare oggi è possibile sapere se il contenuto di grasso del fegato che è come un serbatoio dell’olio di un’automobile contiene un eccesso di grasso superiore al 5 per cento  quando supera questa “quota” come nell’auto anche nel nostro corpo si accende una “spia rossa” e bisogna capire il perché al fine di fare una corretta prevenzione. Il fegato grasso infatti si associa ad un aumentato rischio di mortalità per malattie cardio vascolari, degenerative, neoplastiche, ed epato  digestive . Oggi per fortuna si può “misurare” con tecniche non invasive  e cioè con una semplice ecografia associata a degli algoritmi che danno inn questo modo la misura precisa del grasso; l’esame va ricontrollato a distanza di sei mesi o di un anno per verificare se terapia fisica  ed alimentazione che si fa è giusta  per ridurne il contenuto.” Da aggiungere che personale del 118 che, assieme a volontari della “Pubblica” di Carrara aveva installato il Pma e della Misericordia ha effettuato lezioni di primo soccorso così il dott. Pietro Bianchi medico nucleare ha tenuto un incontro sulle patologie tiroidee. Molti gli specialisti tra i quali il  senologo dottor Mario Valli; dottor Ezio Szoreney (internista, nefrologo, tossicologo); il dottor Massimo Santini (fisiatra); il dottor Giovanni Pesenti Barili (ortopedico);  il dottor Nino Giudicelli: internista, reumatologo, medico nucleare; il cardiologo interventista della Fondazione Monasterio Al Jabri Anees; la nutrizionista dott. Arianna Ciardiello,  i farmacisti: dott.ri Riccardo Ramacciotti e Alessandro Simonini;  la “squadra” per il test visivo. Elisabetta Mercadante e Claudio Comitto e dell’udito: Fabio Angeloni, Ines Luccini; la psicologa dott. Valentina Gaburro; Cristiana Mercadante; Marco Ricci fisioterapista: dott. Eugenio Pina  medico di medicina generale  ed altri .Un ringraziamento a Samsum, Cardioline, Centro Medico Ponticello, Terme Undulna; Fonteviva; Diagnostica Srl; Tecnoaudio; Coris Medica.   

 

Nelle foto: il prof dott. Bonino tra specialisti; gruppo di volontari della Misericordia.

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore Nizza Marco CityLine reg n198 del 12.04.1980