ARRIVA “YOUPOL”, LA NUOVA APP DELLA POLIZIA TRAMITE CUI I GIOVANI, ANONIMAMENTE, POTRANNO INVIARE SEGNALAZIONI SU CASI DI BULLISMO E SPACCIO DI DROGA.
By redazione On 16 mag, 2018 At 06:49 PM | Categorized As CRONACA, SOCIETA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo circa tre mesi di sperimentazione nei capoluoghi di regione, da domani sarà attiva anche nei capoluoghi di provincia YouPol, la nuova app della polizia di Stato per smartphone.

Diretta in particolare ai giovani, consentirà di inviare in tempo reale segnalazioni, anche in forma anonima, di episodi di bullismo o di spaccio di stupefacenti. Basta scegliere tra una delle due opzioni, scrivere un breve messaggio, se si vuole è possibile allegare una foto ed inviare. La sala operativa della questura riceverà l’allarme con tanto di posizione geografica. E’ possibile fare anche altri tipi di segnalazione, ma in quel caso si avvierà la chiamata al 113. ““Essere sempre insieme alla gente” è il motto della polizia – ha riferito il questore Giuseppe Ferrari – ed in questo modo riusciamo ad essere più vicini a tutti”. YouPol vuole coinvolgere gli adolescenti e responsabilizzarli sia sul tema del bullismo che sul rifiuto delle droghe. Nella fase sperimentale, da febbraio ad oggi, sono stati effettuati 118 mila download, segnalati 1152 casi di bullismo e 2132 di uso di stupefacenti. Operativamente le segnalazioni saranno gestite dall’Urp e dalle Volanti. “Meglio fare un controllo in più anche se non risulta veritiero” ha aggiunto il Questore spiegando anche la piccola rivoluzione dell’Urp della questura apuana. L’ufficio immigrazione e quello di polizia amministrativa e sociale, per il rilascio di documenti, sono quelli più intasati; senza recarsi obbligatoriamente in questura, il cittadino potrà chiedere informazioni anche via mail: sarà contattato via mail o telefonicamente dall’ufficio competente.

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore Nizza Marco CityLine reg n198 del 12.04.1980