Degrado, sporco e disagi a piazza Bad Kissingen
By redazione On 9 mag, 2018 At 03:54 PM | Categorized As CRONACA, SOCIETA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image

Un rifugio di fortuna, una tenda costruita con quattro scatoloni e una copertura di tela, dentro cui dormire e sullo sfondo piazza Bad Kissingen.

E’ questa l’immagine che, durante le prime giornate calde e di mare, ha caratterizzato uno degli scorci più suggestivi della città di Massa. La foto della tenda costruita sulla spiaggia è stata scattata da Marco Amorese, che sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un intero reportage sul degrado di Marina di Massa, proprio all’apertura della stagione estiva, avvenuta per molti stabilimenti balneari lo scorso 22 aprile. Lo sconforto più grande, però, arriva dalla signora Viviana Cipolletta, nipote della storica titolare del bar Conca D’Oro, accanto a piazza Bad Kissingen, uno dei più frequentati in estate, grazie alla posizione, sul Lungomare, accanto alla spiaggia libera e in una delle piazze più belle della Provincia. E’ lei, Viviana, che ogni mattina apre il bar e accoglie i primi clienti e turisti che, nelle ultime settimane, ci racconta, sono per lo più cittadini extracomunitari che chiedono di usufruire dei wc. «Spero che l’amministrazione capisca il nostro disagio- inizia la signora Viviana-; queste persone dormono in spiaggia la notte e la mattina vengono a lavarsi nel bagno del bar. Hanno delle esigenze che, capirete bene, un bagno di un bar non può soddisfare. Per tutto il giorno poi la gente chiede di usufruire dei nostri wc perché i bagni pubblici, che si trovano proprio dietro la piazza, sono chiusi. Avere bagni pubblici nei luoghi più affollati- continua la signora Viviana- è una forma di civiltà, e di attenzione. Tenerli chiusi è assurdo. Da maggio siamo invasi da turisti- continua-, Marina di Massa triplica la sua popolazione e la città dovrebbe poter offrire almeno i servizi minimi, richiesti dal buon senso oltre che dal senso civico». Il problema dei servizi igienici chiusi non è il solo, però, per la bella piazza, ammirata dai turisti di tutto il mondo, quando arrivano a Marina di Massa, grazie alle sue caratteristiche vele di marmo: «La fontana- dice la signora Viviana- è piena di melma, sporchissima, una discarica a cielo aperto, ci buttano di tutto e nessuno pulisce. La manutenzione manca da mesi, oltre ad essere spenta e quindi meno attrattiva. Intorno si è rotto tutto, le pensiline in legno, lo scivolo per i disabili, e i cassonetti dell’immondizia vengono svuotati raramente, e lo dimostra il fatto che sono sempre stracolmi, con la sporcizia accumulata per terra». E’ vero, la stagione deve ancora partire e c’è tempo per un restyling generale di Marina di Massa: operatori turisti e commercianti, però, chiedono all’amministrazione di affrettare i tempi e “gettare” un occhio anche su Marina: «Ogni anno c’è sempre qualche problema all’avvio dell’estate- conclude la signora Viviana-; c’è stato solo un weekend di sole e il 25 aprile in cui ha fatto caldo e i turisti hanno fatto visita alla nostra costa. Direi che non eravamo pronti ad accoglierli».

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore Nizza Marco CityLine reg n198 del 12.04.1980