Al via il percorso per la Casa della Salute di Massa al Vecchio Ospedale
By redazione On 27 mar, 2018 At 05:38 PM | Categorized As CRONACA, SANITA' | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
6

Sta prendendo concretamente forma il percorso per la realizzazione della nuova Casa della Salute di Massa nei locali del Vecchio Ospedale che è stata individuata come sede più opportuna per collocarvi una struttura complessa in grado di fornire un servizio efficace per la nostra comunità.

E’ stato pubblicato, infatti, il decreto n. 897 del 20 marzo 2018 con cui l’Azienda Usl Toscana Nord-Ovest bandisce la gara per l’affidamento di uno studio di fattibilità per il riuso dell’immobile, nella parte che ha già la destinazione urbanistica conforme costituita dall’antico convento.

Questo atto avviene dopo che la Direzione della Zona-distretto ha già predisposto una relazione in cui sono indicate le attività sanitarie e sociali da porre in tali spazi, quantificando le necessità dei servizi in termini di locali e metri quadrati. L’ipotesi allo studio è dunque quella di un nuovo presidio distrettuale di circa 5000 metri quadrati di superficie di cui 500 destinati ai medici di medicina generale, ai pediatri di famiglia e al servizio di continuità assistenziale, altri 500 destinati al consultorio e i restanti 400 alle attività distrettuali, di base e specialistiche (Radiologia, servizi di odontoiatria, ambulatori di specialistica e diagonostica, attività vaccinale, attività medico-legale, servizi sociali e socio-sanitari).

Si tratta di un passo importante nella definizione di un tassello fondamentale della sanità territoriale che migliorerà il servizio h 24 ora fornito dal presidio di Via Bassa Tambura e che consentirà il definitivo salto di qualità della rete assistenziale. Il recupero dell’edificio dell’ex Ospedale SS. Giacomo e Cristoforo, oltre ai benefici evidenti in campo sanitario e sul versante dell’integrazione fra ospedale e territorio, permetterà anche di superare i rischi di degrado di un’area cruciale della città, legati all’abbandono di un immobile storico, anticipando i tempi dell’intera riqualificazione della zona.

L’avvio di un simile percorso appare particolarmente rilevante in questo momento in cui la Conferenza dei sindaci di area vasta sta discutendo i contenuti del nuovo Pal, il piano che definirà il futuro sanitario dei territori.

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980