MOZIONE SULLA SICUREZZA
By redazione On 13 feb, 2018 At 06:57 PM | Categorized As POLITICA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
1

Al PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MASSA
MOZIONE SULLA SICUREZZA DA INVIARE A TUTTI I SINDACI DELLA PROVINCIA E AL MINISTERO DELL’ INTERNO E DELLA DIFESA .

Il Consiglio Comunale di Massa chiede a tutti i Sindaci della Provincia di approvare questa mozione inviandola agli organi di competenza in materia di Sicurezza, auspicando che Procura della Repubblica, Prefettura, Sindaci e Questore, collaborino per mettere in atto una Task Force con la presenza di militari, Forze dell’ Ordine e squadre di pattugliatori civili nel tentativo di arginare la presenza di criminali sul nostro territorio. Il grave fatto accaduto in questi giorni a Carrara dove delinquenti originari presumibilmente dell’ est, hanno rapinato e usato violenza nei confronti di una famiglia all’ interno della loro proprietà, non solo è da condannare fermamente ma è la dimostrazione che rumeni, albanesi, russi e ucraini, gestiscono con la complicità dei magrebini la rete criminale del nostro territorio. Prostituzione e spaccio di droga sono sotto gli occhi di tutti ed è difficile comprendere il motivo per il quale non si provveda ad arrestare e allontanare i delinquenti che infestano la provincia , anziche’ impegnare le già carenti Forze dell’ Ordine in sterili operazioni contro i Carabinieri che al contrario sono il vanto della nostra nazione e tutti i giorni garantiscono sulla strada la Sicurezza e la salvaguardia dell’ incolumità fisica dei cittadini.
Per individuare i delinquenti stranieri basta pattugliare le zone a rischio, tipo le ex colonie o il lungomare di Marina di Massa durante le ore notturne, dove sfrecciano con auto Audi o Mercedes da 100.000 euro e ostentano ricchezza nei locali della Versilia. Sono stranieri dell’ Est che non presentano la dichiarazione dei redditi e ufficialmente sono senza lavoro, ma tengono un tenore di vita molto alto, sui quali il Sindaco e Prefetto potrebbero intervenire applicando il Daspo Urbano che permette L’ allontanamento dal territorio, ma sappiamo che i Sindaci di Massa e Carrara sono contrari a ciò li rende responsabili di tali azioni criminose tanto da ipotizzare per loro una denuncia di omissioni varie sulla Sicurezza Pubblica.
Dopo il fattaccio accaduto alla famiglia Franchi, credo sia necessario richiedere la presenza di almeno 300 militari paracadutisti che attualmente non vengono utilizzati nelle caserme di Pisa e Livorno se non per fare addestramenti, per destinarli a pattugliamenti diurni e notturni, ben armati, in sicurezza e con la licenza di sparare.
Per quanto riguarda invece la grave situazione di prostituzione e spaccio di Marina di Massa e Aulla è necessario sempre con l’aiuto dei militari identificare tutti gli stranieri che vivono sul nostro territorio e allontanarli immediatamente, è necessario fare pulizia con determinazione e utilizzando anche i volontari civici che ad esempio il Consiglio Comunale di Massa ha legittimato con un voto favorevole, ma che di fatto non sono mai stati usati.
Per quanto sopra, il Consiglio Comunale di Massa chiede ai Ministeri dell’ Interno e della Difesa di mettere a disposizione i paracadutisti di Pisa e Livorno per pattugliare controllare il nostro territorio.
Chiede, inoltre, al sindaco Volpi di sviluppare il concetto di sicurezza urbana e relativa domanda di Sicurezza che non sono solo legati a fatti criminosi negli spazi utilizzati dal cittadino, ma includono anche molti fenomeni legati al disagio e All’ uso e occupazione di spazi pubblici e privati.
È ovvio che la degenerazione della situazione legata alla criminalità e l’aumento di episodi criminosi come quello accaduto alla famiglia Franchi, aumentano fra la popolazione la percezione di insicurezza e la paura come sentimento oggettivo legato all’ aumento del rischio, per cui le istituzioni non possono stare a guardare, anche perché se non saranno date risposte concrete e nell’ immediato alla cittadinanza, le varie associazioni e comitati di cittadini si assumeranno l’onore di sostituire le Forze dell’ Ordine con ronde e pattugliamenti civici.

IL PRESENTATORE
STEFANO BENEDETTI

About -

comment closed

© 2018 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980