l’addio del segretario provinciale Cesare Leri al Pd e Zanetti lascia il consiglio comunale di Carrara
By redazione On 8 gen, 2018 At 07:35 PM | Categorized As CRONACA, POLITICA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Avrei dovuto dimettermi molto prima, per il bene della mia salute fisica e mentale»: Cesare Leri, da due settimane ex coordinatore provinciale del Partito democratico, commenta così la sua decisione di lasciare l’incarico, in un momento particolarmente delicato per le sorti del partito.

Con le politiche in programma tra due mesi, le amministrative a Massa subito dopo, e l’Unione Comunale di Carrara – la seconda della provincia – sotto commissariamento, mentre non si sa ancora se e quando si terranno i congressi per il rinnovo dei vertici locali, l’addio dell’ex “segretario”suona come l’ennesima batosta a una formazione politica già in forte difficoltà.

Leri, che evidentemente ne è consapevole, prima dice di non voler commentare e poi si lascia andare a uno sfogo a cuore aperto: «Ho la nausea per quello che è successo nell’ultimo anno e mezzo. Voglio stare lontano e dimenticare questo partito» inizia Leri che ha formalizzato le sue dimissioni da coordinatore provinciale ma resta ovviamente in carica come sindaco di Comano.

«Il problema è il Partito Democratic, se ho retto fino a oggi è solo perché sono una persona responsabile» insiste, auspicando che nel Pd «venga rivisto il modo di pensare». Un passo indietro di un militante storico, che comunque spera «che ci sia un profondo rinnovamento ma non so ancora se andrò a votare, deciderò al momento» conclude amareggiato.

E l’incertezza sulle sorti dei Congressi è confermata, ancora una volta, da Nicola Danti, eurodeputato del Pd e commissario (il terzo in meno di un anno approdato in via Groppini) incaricato di guidare le consultazioni interne ai democratici: «Stiamo lavorando… ancora non parlo» dice l’onorevole, senza sbilanciarsi sull’indizione o meno dei congressi e garantendo che «a breve vi faremo sapere».

Nel frattempo mercoledì 3 dicembre, Andrea Zanetti ha formalizzato le sue dimissioni dal consiglio comunale: l’ex candidato sindaco, subito dopo la sconfitta elettorale, aveva spiegato che sarebbe rimasto in assise solo fino al rinnovo delle cariche locali ma poichè questo appuntamento tarda ad arrivare Zanetti ha deciso di chiudere questa esperienza con il 2017. Il suo scranno dovrebbe andare a Massimiliano Bernardi eletto non con il Pd ma con la lista civica alleata di Alternativa per Carrara.

Ma l’assise carrarese potrebbe perdere un altro consigliere, sempre tra le fila dell’opposizione: si tratta di Maurizio Lorenzoni che in vista di un nuovo incarico nel centro destra potrebbe lasciare il posto al giovane Lorenzo Lapucci.

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore Nizza Marco CityLine reg n198 del 12.04.1980