Scuole senza carta igienica
By redazione On 5 dic, 2017 At 08:11 PM | Categorized As CRONACA, ECONOMIA, POLITICA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
2

I BAGNI DELLA SCUOLA ANTONIO MEUCCI ( ITIS ) DI MASSA SONO DA TEMPO SENZA CARTA IGIENICA.
L’ importo richiesto al momento dell’ iscrizione all’ Istituto Antonio Meucci ( ITIS) di Massa è pari ad euro 80,00 , di cui sicuramente 10 euro per la quota assicurativa, circa 30 euro per l’acquisto di camice e occhiali da laboratorio e i rimanenti 40 euro di contributo “ volontario “ che si suppone destinati alle spese varie d’ istituto pero’ a vantaggio degli studenti.

Ebbene, nonostante, gli 80euro pagati al momento dell’iscrizione e ritenuti l’ importo più alto di tutte le scuole della Provincia di Massa Carrara, i bagni dell’istituto sono da tempo privi della necessaria carta igienica e ciò non è accettabile soprattutto per una questione igienica-sanitaria.
Bisogna poi considerare che l’ importo totale del contributo incassato dalla Preside si potrebbe aggirare tra i 30 e 40.000 euro, una cifra importante da spendere per gli studenti anche per cose di prima necessità proprio come la carta igienica. Egregio Sindaco, mi rivolgo a Lei in quanto primo cittadino e responsabile della Sanità Pubblica, per chiederLe se le sembra normale una situazione del genere e soprattutto se a fronte di un contribuito così alto versato dalle famiglie, nessuno dei referenti dell’istituto si degna di andare a comprare la carta igienica, quanto meno per non rischiare che qualche studente sia costretto a pulirsi con i fogli dei quaderni o perfino con le dita delle mani.
Suvvia, cerchiamo di evitare queste situazioni e di interagire con la Preside invitandola a rifornire al più presto i bagni di carta igienica e anche di saponi e disinfettanti. Se ciò fosse stato fatto prima, molto probabilmente, si sarebbero evitati alcuni scioperi degli studenti organizzati anche contro queste carenze.
Le chiedo, inoltre, di accertare quanto è stato incassato in totale quest’anno dall’istituto come forma contributiva, se esiste un regolare rendiconto per sapere come e quando i soldi sono stati spesi e chi ne è il responsabile ultimo a livello istituzionale, tutto ciò ovviamente per una questione di trasparenza.
Distinti saluti
Stefano Benedetti
Consigliere Comunale

About -

comment closed

© 2018 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980