Una lapide in memoria dei Frediani
By redazione On 9 nov, 2017 At 09:05 PM | Categorized As CRONACA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
1

Sabato 11 lo storico palazzo di piazza Mercurio, comunemente detto ” Nizza”, potrà fregiarsi di una lapide a ricordo degli stampatori Frediani che, nei locali posti lungo la piastronata, vi esercitarono il mestiere per quasi duecento anni.

I loro torchi batterono infatti ininterrottamente al servizio prima dei Duchi di Massa, poi degli Estensi, di Napoleone e del Re. Quando il capostipite, Pellegrino Frediani giunse a Massa, correva l’anno 1714. Da Lucca, dove aveva stamperia in Pozzo Torelli, luogo in cui ebbe origine la nota Accademia dell’Anca, fu chiamato a Massa, ai servigi del duca Alberico III, su sollecitazione del conte Gianbattista Diana Paleologo, per subentrare all’ormai vetusta stamperia di Girolamo Marini. E proprio un saggio del Conte Paleologo

” La conservazione dell’uomo riparato” fu la sua prima opera pubblicata a Massa. Di padre in figlio l’arte della stampa è stata così tramandata sino a Bernardo Frediani, alla cui morte, avvenuta nel 1887, i torchi cesseranno definitivamente di battere. Circa duecento anni di attività, nel corso dei quali, a volte superando anche momenti di difficoltà, la tipografia ha dato alle stampe, oltre a numerosi volumi, una quantità innumerevole di avvisi, bandi e notifiche, preziose testimonianze di vita cittadina. La lapide in memoria dei Frediani vuol dunque essere un giusto riconoscimento per quanto hanno fatto al servizio della loro città. La breve cerimonia avrà luogo sabato 11 alle ore 16 alla presenza del Sindaco Alessandro Volpi.

About -

comment closed

© 2018 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980