ditta è chiusa, il lavoro a rischio. Operai di Costa assaltano il Comune
By redazione On 28 ott, 2017 At 08:54 PM | Categorized As CRONACA, ECONOMIA, LAVORO | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
1

Sono saliti sul tetto del Comune, come già avevano fatto in passato.

Il loro lavoro è importante e hanno paura di perderlo per sempre. Ieri è stato un pomeriggio difficile per gli operai della ditta Costa di Albiano: sono accampati davanti al municipio da alcuni giorni e ieri pomeriggio hanno deciso di rendere la loro protesta più efficace, salendo sul tetto. Non solo: alcuni di loro si sono anche incatenati, sempre di fronte al municipio di Aulla. Poi, in serata, sono scesi ma alcuni di loro hanno proseguito la protesta dormendo fuori dal municipio in dei sacchi a pelo.

Il problema è che l’impresa non lavora da martedì pomeriggio, il tempo passa e loro temono che non riapra più. Giovedì c’è stato un incontro tra comune, sindacato e provincia, per discutere sull’ordinanza scritta dal dirigente Franco Testa, lo scorso aprile, che chiedeva la chiusura dell’impianto per motivi di inagibilità. L’ordinanza poi era stata sospesa, dopo un ricorso al Tar fatto dell’impresa, ma il Consiglio di stato alcuni giorni fa ha deliberato la legittimità dell’ordinanza stessa. Da quel giorno Costa ha chiuso. E ieri il dirigente ha inviato una lettera alla Provincia in cui chiede la documentazione che certifica che Costa ha eseguito i lavori necessari alla riapertura. Solo che bisogna ancora aspettare.

E così gli operai, allarmati, hanno anche improvvisato un corteo sulla nazionale, sempre ieri pomeriggio, per far sentire la propria voce. Un corteo animato e rumoroso, che ha movimentato le strade della città. Non sarà l’unico: anche stamattina infatti gli operai scenderanno in piazza a manifestare e lo faranno in corteo, bloccando la strada nazionale.

La crisi della società Costa sarà al centro dell’incontro convocato, su richiesta delle organizzazioni sindacali, dall’Unità di crisi della Regione Toscana per lunedì 6 novembre alle 11.30, a Palazzo Strozzi Sacrati, a Firenze. All’incontro, oltre al consigliere del presidente Enrico Rossi per il lavoro Gianfranco Simoncini, saranno presenti il direttore regionale dell’ambiente, le organizzazioni sindacali di categoria, la Provincia di Massa e il Comune di Aulla.

About -

comment closed

© 2018 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980