MASSA:Smart contro il camion, muore a soli ventuno anni
By redazione On 22 ago, 2016 At 11:40 AM | Categorized As Uncategorized | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scontro violento, in via di Trigoria, a Roma, nei pressi del campo di allenamento dell’As Roma: una Smart e un camion hanno fatto un frontale impressionante.

Tre i feriti, due ragazzi di 19 anni ed un 21enne trasportati in codice rosso dalle ambulanze del 118 all’ospedale Sant’Eugenio. Il terzetto viaggiavano tutti nella citycar. Illeso l’autista del camion, ma è stato indagato per omicidio colposo. Tra i feriti Roberto Deriu, che in qualche modo si può considerare massese perché la mamma, Arianna, è di Massa e perché lui stesso ha vissuto ai piedi delle Apuane per un breve periodo. Il ragazzo dopo essere stato ricoverato nel reparto di rianimazione è deceduto. Gli altri due giovani invece stanno lottando tra la vita e la morte, ma i medici sembrano essere più ottimisti rispetto a due giorni fa.

La notizia dell’incidente è arrivata quasi subito ad Arianna, la madre di Roberto. Con una telefonata all’alba. Il figlio non era ancora morto, ma le speranze che potesse farcela erano davvero poche. Il trauma cranico che aveva riportato nell’urto era devastante. Era giovane e forte, ma il suo organismo non ha reagito alle cure che gli hanno presto al Sant’Eugenio. E così si è spento praticamente ventiquattro ore dopo l’incidente. Quando nella sala d’aspetto oltre ai genitori c’erano decine di persone, amici e parenti che speravano si avverasse il miracolo auspicato dai dottori. Ma il volto del primario, uscito dal reparto per dare la notizia, non ha lasciato nessuna speranza. Soltanto le lacrime.

Roberto aveva vissuto gran parte della sua vita a Roma, da quando i suoi genitori avevano deciso di separare la loro vita. Spesso però tornava a Massa, dove aveva passato i primi anni, per riabbracciare la madre e per trovare gli amici che si era fatto durante i suoi soggiorni. Era un giovane solare, sempre pronto alla battuta. E stravedeva per mamma Arianna, che proprio qualche mese fa aveva deciso di raggiungerlo a Roma.I due abitavano nella stessa casa ed erano particamente una cosa sola. Anche se lei si lamentava che la faceva stare in pensiero, Più per scherzo che per altro, perché quel suo ragazzo nonostante l’età aveva giudizio. E si comportava da vero uomo, tutte le volte che gli veniva chiesto di dimostare carattere.

Oggi verrà eseguita l’autopsia e contemporaneamente verrà dato il nulla osta per i funerali, che salvo ripensamenti si terranno nella capitale. Qualche amico di Massa attraverso Facebook ha fatto sapere che vuole essere presente, Un ultimo saluto a Roberto, un ragazzo che il destino si è portato via troppo presto.

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980