FIM “SOUND AND VISION”
By redazione On 23 mar, 2016 At 01:23 PM | Categorized As EVENTI | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
12

fim2016

Sound and Vision” è il tema dell’edizione 2016 del FIM, fiera della musica che si terrà nei padiglioni di LarioFiere Erba (CO) dal 9 all’11 settembre.

Oggi la musica è immersa nelle immagini.
Dalla visualizzazione personale su Youtube ai megaschermi dei grandi eventi live, la fruizione della musica passa sempre attraverso contributi video di qualche genere. Nessuno ascolta più la musica chiudendo gli occhi, neppure i fonici in studio di registrazione, distratti come sono dallo scorrere delle tracce sui monitor dei loro computer. Persino quando ascoltiamo musica con le nostre cuffiette personali, siamo accompagnati dalle immagini della vita che ci circonda.

È così che sono cambiate le modalità di ascolto, ma anche quelle di creazione da parte dei musicisti, che oggi possono affiancare facilmente la loro musica alle immagini, per rendere il loro messaggio più potente e incisivo.

Per una fiera come il FIM, il cui obiettivo è quello di rappresentare la musica nelle forme di espressione più attuali, è stato facile pensare di dedicare questa edizione al tema dell’accostamento tra suono e immagine. “Sound and Vision” è anche un omaggio al “Duca Bianco”, artista totale che diede questo titolo a un brano di Low, primo album della trilogia berlinese che lo stesso David Bowie compose nel 1977 insieme a Brian Eno, altro grande musicista “visionario”.

Nelle sue precedenti edizioni, il FIM ha dato spazio alle immagini allestendo un vero e proprio studio di produzione televisivo per la messa in onda di interviste e concerti, organizzando mostre a tema, dando vita al concorso per videoclip autoprodotti (V.I.C. – Videoclip Italia Contest) riproposto anche quest’anno.

L’edizione che si terrà dal 9 all’11 settembre 2016 presso LarioFiere Erba (CO) spinge ancora di più sul tema dell’integrazione audio/video, progettando una fiera in grado di supportare su più livelli la musica pensata con (e per) le immagini.

È così che i musicisti ospiti del FIM 2016 saranno invitati a portare i loro contributi visual, i seminari e gli incontri di approfondimento affronteranno soprattutto questo tema, gli espositori e i partner avranno a disposizione attrezzature e media in grado di rafforzare la loro comunicazione verso i visitatori della fiera (sia quelli fisicamente presenti nei padiglioni sia quelli raggiunti dalla rete di contatti web del FIM, straordinariamente numerosa).

Il pubblico, da parte sua, potrà provare gli strumenti musicali e le apparecchiature audio presenti nell’area Expo (dedicata al Made In Italy emergente); informarsi sui servizi offerti al musicista nell’area MeetTheMusic o curiosare nello spazio VinylShow; godersi i concerti del Main stage o gli showcase dell’area Live; sedersi in CasaFIM per assistere alle interviste video trasmesse in streaming o partecipare ai seminari del FIM University. Infine, il visitatore può rifocillarsi nell’area FIMFood dopo essersi immerso in un luogo ricco e stimolante, come è la stessa musica di oggi, se osservata sotto la superficie della banalità diffusa che il FIM vuole contribuire a spazzar via.

Ufficio Stampa:
FIM Fiera: Piero Chianura (press@fimfiera.it)

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980