MONTIGNOSO: Elezioni, Salvini: “Il candidato del Pd vende salumi? L’Islam non lo voterà”
By redazione On 6 mar, 2016 At 05:55 PM | Categorized As POLITICA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
7

Salvini

Cinquale blindato per l’arrivo di Matteo Salvini venuto a presentare il suo candidato, Andrea Cella: “Come si chiama il sindaco di Montignoso? Buffoni? Ed è del Pd? Non me lo dite…È quello che ha parcheggiato davanti alla casa della salute nel posto dei disabili? Io gli taglierei tutte e quattro le gomme”.
39

«Come si chiama il sindaco di Montignoso? Buffoni? Ed è del Pd? Non me lo dite…È quello che ha parcheggiato davanti alla casa della salute nel posto dei disabili? Io gli taglierei tutte e quattro le gomme. E il candidato che dovremmo sfidare a giugno chi è? Vende salumi? Il voto degli islamici non lo piglia allora, possiamo sfondare anche in quella fascia». È un fiume in piena Matteo Salvini mentre parla al tavolo con il candidato a sindaco per la coalizione di centro destra alle prossime comunali, Andrea Cella, e davanti a un centinaio di persone che non aspettavano altro che le sue freddure su immigrati, gay, sicurezza e guerra.

Salvini non si risparmia, e parte dalla terra che lo ospita, la Toscana: «Siete fortunati- dice- tra Rossi e Renzi, non saprete proprio chi scegliere, no? Qui c’è stato il famoso buco di bilancio della Asl giusto? Si sono venduti la sanità pubblica per qualche Rolex, ma si sa, i Rolex di sinistra sono più democratici e forse costano meno».

Salvini annuncia elezioni politiche anticipate al 2017 perché, secondi lui, il «ridicolo di Firenze» come lo ha definito Renzi, non ce la farà ad arrivare al 2018 e, quando la Lega sarà al Governo ecco le prime cose da fare: «Aboliremo la legge Fornero- dice Salvini- e finché avremo voce diremo no alle adozioni tra gay; i bambini hanno bisogno di un papà e di una mamma, noi faciliteremo le adozioni per coppie etero dagli orfanotrofi di tutta Italia, perché è di questo che c’è bisogno».

Nel siparietto con Forza Italia e il sindaco Mallegni spalla perfetta di un Salvini in gran forma, ci finisce anche il rimpianto per la vecchia sinistra: «Me la raccontava mio nonno- dice Salvini- era quella della lotta partigiana; mi piacerebbe sapere cosa penserebbero oggi quei vecchi partigiani se sapessero che sono morti per permettere a Vendola di comprare a caro prezzo un bambino da un utero in affitto; forse gli farebbero il mazzo!». Salvini non risparmia neanche la politica estera: «Il terrorismo e l’Isis vanno eliminati dalla faccia della terra con qualunque mezzo; se Renzi pensa che si debba aspettare ancora, allora noi siamo certi che bisogna fare il contrario e intervenire, in Libia, come in Siria, per non far arrivare i terroristi fin sui nostri pianerottoli». «Ci hanno promesso che saremo i prossimi ad essere attaccati, sapete perché non l’hanno ancora fatto?- chiede Salvini-; non perché ci difende Alfano è ovvio, ma perché l’Italia gli fa comodo, entrano ed escono come vogliono e qui hanno anche il sussidio di disoccupazione. E Renzi? Lui e il suo governo mantengono e finanziano migliaia di persone che domani verranno ad imporci il loro modo di vivere».

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980