Elezioni Montignoso, arriva Salvini per presentare il “suo” candidato
By redazione On 3 mar, 2016 At 12:48 PM | Categorized As POLITICA | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Views:
12

image

Parte con il botto la campagna elettorale della Lega Nord per “conquistare” il comune di Montignoso: sabato pomeriggio (5 febbraio), ad aprire la campagna e a presentare il candidato a sindaco sarà Matteo Salviniin persona, segretario federale della Lega Nord. Appuntamento alle 16 in piazza Maccari a Cinquale, frazione di costa del comune di Montignoso, da dove Salvini parlerà ad iscritti e simpatizzanti, presentando l’uomo che guiderà la coalizione di centro destra alle amministrative di giugno. L’annuncio ufficiale, naturalmente, avverrà sabato pomeriggio, ma le voci corrono veloci: a guidare la coalizione, formata da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, sarà il segretario provinciale della Lega Nord Andrea Cella.

D’altra parte non poteva essere che così, se a fare la differenza sono i numeri: in provincia di Massa Carrara, la Lega Nord, alle ultime elezioni regionali, ottenne 12.593 voti, pari al 18% dei consensi totali in provincia. Un risultato che rese orgoglio il segretario Cella del lavoro fatto dall’intera squadra che candidò, oltre allo stesso Cella, tutti giovani dai 28 ai 35 anni (Nicola Iacopetti, Katia Palmieri ed Erika Moscatelli) . Risultato eccezionale, però, va detto, quello del segretario provinciale, con i suoi 3008 voti, quando alle ultime elezioni comunali, senza la Lega, prese solo 76 preferenze personali con una lista civica legata al centro destra. Ma l’attenzione di Salvini per Montignoso, oltre alla simpatia verso i giovanissimi militanti, guarda proprio a quel 18% di consensi che il partito ottenne in questo piccolo comune: il risultato migliore dell’intera provincia. Ovvio, quindi, che il centro destra lasciasse alla Lega l’onere e l’onore del candidato sindaco. La coalizione, come detto, sarà composta da Fratelli d’Italia e Forza Italia, ma ci sarà spazio anche per alcuni rappresentanti del civismo locale: nella lista, infatti, ( una sola come prevede la legge per i comuni sotto ai 15 mila abitanti) verranno inseriti i nomi di cittadini ” senza tessera”, che porteranno le istanze della società civile.

Il programma, infine, è in divenire: partire da Cinquale però non è casuale; la frazione di costa avrà grande spazio nelle intenzioni del centro destra, che oggi vede Cinquale penalizzato, sia nelle politiche dei rifiuti, sia nell’investimento di risorse, abbandonato a se stesso, degradato, nonostante sia il biglietto da visita di Montignoso per i turisti provenienti da tutta Italia. Sarà proprio Salvini, però, a chiedere tramite i gazebi dei militanti, l’aiuto della città per scrivere insieme il programma da realizzare una volta vinte le elezioni, dai monti al mare. Qualche idea verrà lanciata sabato. C’è ancora la possibilità di far parte del progetto della Lega, dicono dalla segretaria provinciale del Carroccio, e di contribuire al cambiamento di Montignoso. Agguerriti, dunque, e ben posizionati, la coalizione di centro destra è pronta a giocarsela e, visti i problemi che il Pd di Montignoso sta avendo in questo periodo, di primarie mancate, mal di pancia, tradimenti e sgambetti, questa volta la sinistra potrebbe non avere la strada spianata come al solito.

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980