Rom Quaracchi : 29 settembre 2015 sgombero del Capannone? dove sono i 400.000 euro stanziati per l’inclusione delle famiglie?
By redazione On 26 set, 2015 At 05:50 PM | Categorized As Uncategorized | With 0 Comments
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image

L’Associazione Nazione Rom (ANR) ha protocollato alla Prefettura di Firenze la richiesta di incontro urgente relativamente al Capannone di Quaracchi dove vivono 120 cittadini di etnia Rom, intere famiglie, tra cui numerosi bambini frequentatnti le scuole della zona.

Una questione diventata di rilievo nazionale dopo le inchieste aperte dalla trasmissione televisiva “la Gabbia” su La7 condotta dal giornalista Gianluigi Paragone. E’ stata richiesta la sospensione dello sgombero.
Ad inizio maggio del 2015 le telecamere dell’emittente televisiva entrarono nel Capannone per raccontare la storia di Giorgio Polara, imprenditore e proprietario del medesimo, costretto a pagare l’Imu su una struttura occupata abusivamente. Durante l’inchiesta il giornalista Marco Ferini venne aggredito. Marcello Zuinisi legale rappresentante ANR contattò immediatamente il giornalista di La7 per porgere le proprie scuse, esprimere solidarietà e condannare il gesto. Pochi giorni dopo, il 13 maggio, il Sindaco di Firenze Dario Nardella viene invitato in trasmissione per riferire sulla situazione. Il collegamento in diretta avvenne direttamente dal suo ufficio in Palazzo Vecchio.
Dopo quattro mesi la giornalista Monica Raucci è tornata a Quaracchi ed ha realizzato un altro reportage, un servizio andato in onda tre giorni fa: ricordato come lo stesso Matteo Salvini si recò nel Capannone il 28 maggio 2015 per concludere la campagna elettorale.
http://www.la7.it/la-gabbia/video/dopo-quattro-mesi-nessuno-sgombera-i-rom-abusivi-24-09-2015-163069
Quel giorno era presente anche Marcello Zuinisi e l’ Associazione Nazione Rom per regalare al leader della Lega Nord un po’ di musica, una rosa e chiedere a lui ed a Matteo Renzi, il rispetto dei diritti umani e degli Accordi Quadro Strutturali Europei di inclusione di Rom, Sinti e Caminanti.
La giornalista Monica Raucci, parallelamente al servizio giornalistico andato in onda lo scorso giovedì, ha contattato lo stesso rappresentante ANR, ricordando che Giorgio Polara, proprietario del Capannone, ha ottenuto dal Tribunale di Firenze (22 dicembre 2014) una sentenza ed ordine di immediato rilascio della struttura, libera da persone e cose. L’ordinanza giudiziale verrebbe eseguita il prossimo 29 settembre 2015.
Alle famiglie Rom non è stato notificato l’ordine di allontanamento e non è stato predisposta, da Comune ed Assessore al Sociale Sara Funaro, nessuna soluzione alloggiativa alternativa basata sul principio di non divisione dei nuclei. ANR ricorda che i cittadini presenti nel Capannone, sono gli stessi sgomberati nella stessa zona nel febbraio 2008 e gennaio 2010. Sono le medesime persone sgomberate il 16 giugno 2011 dal campo di Via Ponte a Quaracchi 72: una operazione coordinata dal Comune di Firenze, Sesto Fiorentino, Società della Salute Nord Ovest, Questura, Prefettura. La Regione Toscana affidò con la delibera n. 279 del 26 aprile 2011 la somma di 400.000 euro ai Comuni di Firenze e Sesto per “progetti di integrazione delle famiglie Rom nel territorio”. I Comuni firmarono, il 16 giugno 2011, una convenzione con l’Associazione Solidarietà Caritas Onlus di Firenze, per “progetti di rimpatrio assistito” delle stesse famiglie Rom. Un autentico abuso di legge denunciato alla Questura il 5 luglio 2011. Sono le medesime persone sgomberate, sempre a Quaracchi, da un terreno adiacente al Capannone: era l’aprile 2013. Tra loro le persone sgomberate dall’ex Cnr di Scandicci il 20 maggio 2015, cittadini che dovevano essere integrati.
L’ ex direttore della Caritas Onlus di Firenze Alessandro Martini nega ancora oggi la verità, mentendo su importi ricevuti e finalità di uso del denaro pubblico: “la Regione Toscana ha deciso di utilizzare 200.000 euro per i rimpatri assistiti”. (la Nazione di Firenze – 10 maggio 2015)

ufficio stampa e comunicazione
Associazione Nazione Rom
tel +39 3281962409
email nazione.rom@gmail.com

About -

comment closed

© 2019 -0585news.com Editore CityLine reg n198 del 12.04.1980